COMUNICATO UILPOSTE – Carenza DPI portalettere

0
116

                                                                                                                           Carenza DPI portalettere

Sono sempre più frequenti e preoccupanti le segnalazioni che arrivano dal territorio sulla carenza di DPI per i portalettere. Nello specifico mancano, in modo ormai strutturale, le forniture di scarpe adeguate alla funzione di dispositivo di protezione individuale.

Sovente, infatti, vengono fornite calzature inadeguate, di taglie erronee perché recuperate in modo approssimativo da altre dotazioni o addirittura scarpe invernali fornite nel periodo estivo, finanche a proposte assurde di utilizzo dei cosidetti “puntali” per uscire in gita al posto delle apposite scarpe. Persino i caschi sono spesso carenti e i portalettere devono “ingegnarsi” ogni giorno in autonomia per recuperarne uno al fine dell’uscita in gita.

La sicurezza sul lavoro è un tema fondamentale di valore comune ma la sua attuazione passa innanzitutto dalla pratica quotidiana. Ci stupisce che in Poste Italiane, quale primo datore di lavoro del Paese e “top employer”, si assista a tali situazioni di gravi difformità sulla carenza dei dispositivi di protezione individuale. Riteniamo che simili carenze mettano in discussione i presupposti fondamentali per poter espletare le specifiche mansioni lavorative su strada. Pertanto ci aspettiamo una risposta concreta dall’azienda in termini di un adeguamento delle forniture e della loro efficacia.

Specifichiamo anche che qualunque processo di riorganizzazione PCL dovrebbero concentrarsi innanzitutto sull’impegno fattuale nel garantire tutte le adeguate forniture di mezzi e strumentazione, soprattutto a fini della sicurezza sul lavoro.

Il contesto attuale sembra non andare affatto in questa direzione e necessita pertanto di attente azioni di sviluppo, volte a recuperare credibilità e sicurezza sul lavoro, quali obiettivi fondamentali di tutte le parti sociali.

Roma 20 luglio 2022                                                                                                                                                   La Segreteria Nazionale

                                                                                                                                                                                          UILPOSTE

scarica comunicato