Premio di risultato anno 2021- Accordo del 30 luglio 2021

0
1186

                                                                                                                    PREMIO DI RISULTATO ANNO 2021
Accordo del 30 luglio 2021
Siglato nella giornata odierna l’accordo di proroga sul Premio di Risultato, destinato ai lavoratori di Poste Italiane e delle Aziende del Gruppo.
L’intesa mette in protezione gli importi di produttività dell’anno in corso e assume valenza particolare sia in considerazione del delicato contesto entro cui è maturato, sia per i tratti di merito che esprime. Si riferisce al solo anno 2021.
Riconoscendo il ruolo fondamentale svolto dalle persone del Gruppo, le Parti hanno inteso favorire il
consolidamento dell’apporto professionale di tutte le risorse, per assicurare il conseguimento degli obiettivi di
redditività connessi all’implementazione dei processi di riorganizzazione in atto.
Poste Italiane procederà alla corresponsione del premio di risultato al raggiungimento degli obiettivi di seguito
indicati, incrementali rispetto al consuntivo del 2020:
• Total Financial Assets (TFA) per addetto – k€/FTE: +1% rispetto al consuntivo 2020
(aumento delle masse gestite MP – libretti, buoni postali, prodotti assicurativi nella misura dell’1%
per addetto);
• Pacchi per addetto – vol/FTE: +5% rispetto al consuntivo 2020
(aumento dei volumi dei pacchi nella misura del 5% per ciascun addetto).
Inoltre, la determinazione del premio per l’anno 2021 viene definita secondo il livello di raggiungimento del
parametro EBIT di Gruppo.
In considerazione della valenza strategica del sistema premiante, quale strumento di diffusione e condivisione
degli obiettivi di impresa e coinvolgimento dei lavoratori al raggiungimento dei risultati, le Parti hanno
pianificato un incontro, da definirsi nel prossimo mese di novembre, nel quale si costruirà l’impianto strutturale
di valenza triennale (2022-2024), rinegoziando le tabelle professionali (all.3) e la parte economica
corrispondente, in coerenza degli orientamenti riorganizzativi in evoluzione.
Nonostante l’accordo sia sostanzialmente una proroga dei contenuti del premio 2020, non essendo stato
possibile apportare alcuna modifica sul fronte degli stanziamenti economici per via della impossibilità di
sovrapposizione dei cicli negoziali (CCNL), l’esito del negoziato presenta alcune novità. Sottolineiamo, a tal
riguardo, l’inclusione dei lavoratori ex Nexive nel sistema premiante di Poste Italiane, nelle modalità che
verranno concordate in fase di armonizzazione dei trattamenti economici e normativi, prevista nel prossimo
mese di settembre.
Azienda e OOSS confermano la volontà di proseguire il percorso già avviato negli ultimi anni volto a favorire
la diffusione di iniziative e piani di Welfare dedicati al personale, anche con l’obiettivo di cogliere a pieno
tutte le agevolazioni fiscali definite dalla normativa vigente in materia.
L’incontro si è svolto alla presenza del Coordinamento Nazionale RSU che al termine del confronto ha
avvallato all’unanimità l’intesa.
Roma, 30 luglio 2021
LE SEGRETERIE NAZIONALI
SLP- CISL SLC- CGIL UILPOSTE-UIL FAILP-CISAL CONFSAL COM FNC – UGL COM.NI

comunicato unitario pdr 2021

Accordo PdR 2021 30 luglio 2021